Come si è evoluto il mercato della fotografia?

 
แบ่งปัน
 

Manage episode 278829395 series 2575526
โดย Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24 และถูกค้นพบโดย Player FM และชุมชนของเรา -- ลิขสิทธิ์นี้เป็นของผู้เผยแพร่ ไม่ใช่ Player FM โดยมีการสตรีมเสียงโดยตรงจากเซิร์ฟเวอร์ผู้เผยแพร่ กดปุ่มติดตามเพื่อติดตามการอัพเดทใน Player FM หรือวาง URL ฟีดนี้ไปยังแอพพอดคาสท์อื่น
Dal 2001 ad oggi il mercato delle macchine fotografiche è stato protagonista di un'ascesa lenta ed impietosa. Il 2019 è stato l'anno della conferma della crisi del settore con un calo dell’87% di produzione che si traduce in 14,8 milioni di fotocamere prodotte. Dagli anni 80’ il comparto è inevitabilmente cresciuto raggiungendo picchi all'inizio degli anni 2000 e nel 2010 (121,8 milioni di modelli prodotti)ma nel primo semestre del 2020 sono state prodotte appena 3,4 milioni di fotocamere e nonostante sia impossibile non considerare l'impatto della pandemia, mai si era arrivati a un calo di tale portata.Questi dati potrebbero inevitabilmente far pensare a una mancanza di interesse verso il mondo della fotografia accantonato come una moda passeggera. I modelli che continuano a riscuotere successo e a tenere in piedi il comparto sono quelli a lenti intercambiabili (reflex) e quelli vintage come forme e colorazioni che richiamano uno stile senza tempo. In realtà il calo della domanda è dovuto dai prodotti sostitutivi definiti da Porter nel modello delle 5 forze, ovvero quei prodotti che mettono in discussione il prodotto già esistente poiché, in modo diverso, soddisfano l'esigenza del cliente; oggi è possibile scattare foto di incredibile qualità con dispositivi differenti come smartphone o tablet che fanno parte della nostra quotidianità e garantiscono una minore complessità nella gestione del contenuto.La maggior parte dei contenuti fotografati viene postato sui social media e il numero di fotografie scattato a dispetto della crisi delle macchine fotografiche è cresciuto a dismisura: oggi vengono catturate circa 1,43 trilioni di foto di cui il 7,3% con una fotocamera digitale, l’1,8% con il tablet e il 90,9% con lo smartphone.In questo contesto le aziende il cui core business era la produzione di accessori e prodotti a supporto della fotografia tradizionale, hanno bisogno di reinventarsi e capire come sfruttare lo switch verso il mondo digital. Abbiamo ascoltato ai microfoni di Radio Next l'approccio di Jobi del gruppo Vitec specializzati in accessori video, foto e broadcast, attraverso l’esperienza diretta di Marco Pezzana CEO della multinazionale.Il progetto Jobi ha inizio nel 2017 quando il gruppo Vitec acquista l'azienda statunitense totalmente dedita al mondo offline; l'obiettivo era garantire una digitalizzazione interna di processi e di competenze specifiche di digital marketing e assicurare un posizionamento rilevante per la generazione Z playfulness, giovane e dinamico, che rappresenti divertimento e creatività nella condivisione quotidiana di contenuti.Stabiliti i punti cardine della strategia si è passati direttamente all'azione: Jobi era presente lo scorso marzo negli Stati Uniti ad Orlando al concerto Playlist Live, che ha raccolto oltre 14.000 appassionati di contenuti e nuovi strumenti di condivisione della generazione in target. La partnership con un’artista influente, Justine Skye, ha permesso agli utenti che hanno partecipato all’evento e a coloro che hanno seguito l'evento in streaming di giocare un ruolo da protagonisti tramite la condivisione del brano cantato dall'artista sulla piattaforma Tik Tok; questi contenuti hanno contribuito alla realizzazione del videoclip ufficiale, realizzando il sogno di molti partecipanti diventati a tutti gli effetti influencer del settore.I risultati hanno superato di gran lunga le aspettative con oltre 7 miliardi di views e il +400% di vendite di Jobi che l'hanno portata ad avere il 10% di quota di mercato del settore diventando il secondo player internazionale nella vendita di accessori

212 ตอน