Blockchain democratica e sostenibile

 
แบ่งปัน
 

Manage episode 279413948 series 2575526
โดย Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24 และถูกค้นพบโดย Player FM และชุมชนของเรา -- ลิขสิทธิ์นี้เป็นของผู้เผยแพร่ ไม่ใช่ Player FM โดยมีการสตรีมเสียงโดยตรงจากเซิร์ฟเวอร์ผู้เผยแพร่ กดปุ่มติดตามเพื่อติดตามการอัพเดทใน Player FM หรือวาง URL ฟีดนี้ไปยังแอพพอดคาสท์อื่น
Il 2008 è passato alla storia come l'anno della grande crisi economica mondiale. Come accaduto in passato, nel 29' e negli anni 80', l'impatto è stato la causa di un crollo vertiginoso dei mercati che hanno subito un effetto domino inevitabile e molti esperti hanno voluto ricostruire analogie di corsi e ricorsi storici. Nel calderone di ripetizioni ed errori evitabili la crisi del 2008 presenta una differenza sostanziale accentuata dai comportamenti dei leader delle istituzioni finanziarie e politiche dell'epoca. La pessima gestione precedente al 2008, i comportamenti sinistri e meschini di CEO's e leader istituzionali colpevoli di aver ottenuto liquidazioni multimilionarie nonostante la consapevolezza di ciò che sarebbe accaduto, sono soltanto alcuni degli elementi che hanno caratterizzano una totale assenza di fiducia dei singoli cittadini nei confronti delle istituzioni.
In questo contesto nasce l'esigenza di fornire una risposta, immediata e concreta a singoli, piccoli risparmiatori e aziende vittime di un vortice malato di prestiti e finzioni. Sotto l'ala della fiducia e della trasparenza nascono nuovi strumenti che hanno l'obiettivo di recuperare il rapporto perso attraverso garanzie. La Blockchain è l'emblema di questa rinascita, un sistema matematicamente inconfutabile basato su un paradigma informatico non accessibile in cui la verità di transazioni e operazioni di natura differente sono incontestabili. Negli ultimi anni il Bitcoin, la moneta virtuale basata sulla Blockchain, è stato al centro del dibattito di investitori e istituzioni, che hanno cercato di comprendere le logiche del sistema per provare a regolamentare il mercato.
Ai microfoni di Radio Next abbiamo ascoltato Pietro Gorgazzini fondatore di Spartantech, la startup che utilizza la tecnologia Blockchain secondo il paradigma della sostenibilità e della democraticità, per imprese di diverse dimensioni, soprattutto PMI. Spartantech è parte dell'acceleratore di Lifegate, che attraverso la voce autorevole del CEO, Enea Roveda, ha raccontato degli investimenti in startup di diverso genere (tecnologia, moda, agricoltura sostenibile) allineate ai valori aziendali: People, Planet, Profit.
Le due caratteristiche fondamentali sono la fotografia dell'anima e dell'etica della startup: la democraticità si esprime nella possibilità di accesso e di abbattimento delle barriere all'entrata in quello che è attualmente considerato un settore difficilmente accessibile. Costi elevati e know how altamente specializzato sono i limiti strutturali da superare attraverso l'aiuto concreto di Spartan Tech, che attraverso un modello di business intelligente basato su margini ridotti, sulle singole transazioni, riesce ad abbattere le barriere. L'altra faccia della medaglia è la sostenibilità, tema centrale oggetto di attenzione crescente in maniera proporzionale al decadimento dell'ambiente del nostro pianeta. Il costo energetico di server e strumenti basilari per l'utilizzo della tecnologia è altissimo, impossibile negarlo, e nonostante si provi a ricorrere a soluzioni ancora in fase di sperimentazione, oggi non esiste un sistema univoco e sostenibile. Spartantech attraverso una distribuzione capillare degli strumenti di Blockchain, giocando sull'assenza di server centrali, riesce nel suo piccolo a contribuire ad un abbattimento dei costi energetici, che mostrano ancora un costo elevato.
La Blockchain concepita in maniera democratica e sostenibile vuole avvicinare le PMI alla tecnologia basata su sistemi matematici e inconfutabili. I vantaggi sono tangibili e riconoscono alle imprese garanzie e veridicità di prodotti, filiera, know how, tracciando in maniera sicura e corretta transazioni e processi interni. I vantaggi intangibili rispecchiano il valore che lo strumento tecnologico garantisce in termini di equity specchio di una forza contrattuale oltre ad un possibile prezzo premium e vantaggi assicurativi.
È lecito chiedersi se gli interlocutori di mercati tradizionali saranno in grado di essere tanto lungimiranti e aperti da abbracciare questo tipo di tecnologie che nel lungo periodo potranno contribuire concretamente alla rinascita delle aziende e alla ripartenza del paese.

217 ตอน